LIBRI IN ARABO PER INTEGRARE I FIGLI DEGLI IMMIGRATI

Quale migliore modo di integrare gli immigrati, se non quello di fornire loro libri in arabo così che non debbano imparare l’italiano nemmeno per sbaglio?

Libri in arabo, cinese, francese e inglese per far sentire anche i bimbi immigrati. E’ il progetto Libro Ponte, lanciato a Orzinuovi dal Sistema Bibliotecario della Bassa Bresciana Occidentale, che ha creato nella casa del libro di piazza Garibaldi un’ala dedicata ai tomi in lingue straniere. Per adesso si tratta di un banco di prova che durerà fino a domenica 9 giugno ma l’assessore alla cultura e al sociale Michele Scalvenzi vuole renderla una realtà stabile: «Iniziativa assolutamente da continuare. Ma prima va ampliato anche tutto il patrimonio librario italiano. Dobbiamo acquistare più volumi e soprattutto diversificare».

Lavorano per noi.

 

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *